Chiesa del Diavolo

CHIESA DEL DIAVOLO – TRICASE

Tanti secoli fa regnava a Tricase un principe tanto spietato e crudele che per un nonnulla faceva giustiziare quanti potevano disturbare la sua nobile vista. Questo principe veniva chiamato dai suoi sudditi “Principe Vecchio”.

Essendo perseguitato dalle richieste di alcuni contadini che volevano una chiesa nella zona dei SS Medici, il principe decise di chiedere aiuto al suo amico Diavolo con il quale instaurò un patto: il Diavolo avrebbe costruito in una sola notte la chiesa sfruttando l’energia malefica ed in cambio il principe, in quella stessa chiesa, avrebbe dovuto offrire un’ostia consacrata ad un caprone che rappresentava Satana.

Lucifero non venne meno al patto e, costruita la chiesa in una sola notte, decise di regalare al principe anche un forziere di monete d’oro.

Il principe tuttavia, nonostante tutta la sua malvagità, non ebbe il coraggio di sfidare Dio e non mantenne il patto prestabilito.

Tutto ciò scatenò l’ira del re del Male che fece scoppiare un violento fortunale trascinando le campane della chiesa sul fondo del Canale del Rio. Ed e’ proprio per questo motivo che durante le tempeste ancora oggi si sente il suono delle campane che giacciono in fondo al mare.

Ancora furioso per essere stato raggirato, il Diavolo ritornò in chiesa e fece sparire i dipinti su tela e le sculture in pietra che adornavano l’altare.
Il Principe non si preoccupò più di tanto dell’ira del diavolo, anzi corse a recuperare il forziere nel quale però, al posto dell’oro, trovò delle inutili monete di rame.
Da quel giorno i cittadini di Tricase decisero di murare le entrate per evitare che lo Spirito del Male uscisse fuori dalla chiesa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>