grotta delle Vore

Grotta delle Vore anche Grotta Azzurra anche Cattedrale

Grotta costiera impostata su frattura, ingresso con portale alto, concrezioni carbonatiche. Presenta un foro di apertura sulla volta.

18,22394091 39,48129507

comune: Gagliano del Capo localita: Le Vore ingresso: semisommerso latitudine N: 39″ 48′ 17″ longitudine E: 18″ 22′ 40″

descrizione: sviluppo prevalentemente orizzontale di circa 60 metri. Sistema di cavita superficiali molto ampie, anche nella porzione aerea. I1 nome deriva dalla presenza di un grande foro circolare formatosi sulla volta ad oltre 60 metri di altezza. La luce che vi penetra offre degli scenari molto suggestivi, creando spettacolari effetti luminosi.   Da terra si può arrivare al foro in alto, che è visibile su google earth, dalla “discesa della vora”.

Caratterizzata dalla grande sporgenza rocciosa della falesia, facilmente riconoscibile per via delle numerose concrezioni che ne abbelliscono la volta, la grotta della Cattedrale si sviluppa verso il basso, le rocce continuano la loro caduta verticale fino ad incontrare un primo gradino intorno ai 18 metri. A circa 35 metri di profondità si raggiunge la sabbia. La roccia si presenta molto frastagliata, ricchissima di anfratti di varie dimensioni pieni di spugne ed altri organismi colorati. Sui 12 metri di profondità attraversando una zona di massi erosi a forma di fungo, si raggiunge la parte sommersa della grotta della Cattedrale, dove fra le pareti colorate è facile l’incontro con le corvine.

La parte superiore presenta inoltre una grande apertura quasi circolare che ricorda vagamente i rosoni delle cattedrali barocche tipiche del leccese, e la luce che vi penetra offre degli scenari molto suggestivi, creando spettacolari effetti luminosi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>