Racale e i “pacci”

RACALE

La nomèa degli abitanti di Racale è “pacci”, che significa pazzi. Il soprannome è legato ad una leggenda secondo la quale, molti secoli or sono, arrivò nel villaggio uno strano signore che, ogni tanto si fermava improvvisamente per pregare ad alta voce. I racalini, credendo che si trattasse di un pazzo, non gli concessero ospitalità, ed il pover’uomo dovette rifugiarsi in una grotta, fuori dal villaggio. Il giorno dopo un gruppo di bambini gli si avvicinarono, e l’uomo li trattò con dolcezza e cordialità, tant’è che i bambini passavano molte ore in sua compagnia. Questa situazione era mal vista dai racalini, che minacciando il forestiero, gli imposero di allontanarsi dal villaggio. Si narra che l’uomo scacciato, altri non fosse che San Nicola Pellegrino. Così gli abitanti dei paesi vicini diedero dei pazzi ai racalini, per aver fatto l’errore di scacciare dal paese un santo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>