specchia Pizzo

piccoli, struggenti ricordi che non interessano a nessuno. Era una domenica mattina di circa 40 anni fa. Mio padre mi portò alla masseria del Pizzo a prendere la ricotta fresca e il caldo siero dei pastori. Mi attirò questa altura a pochi metri dalla masseria. Un albero sulla cima, che fu presto raggiunto ma, una serpe si celava nell’ombra e rabbrividendo di paura me ne scappai. Oggi, 12 Dicembre 2011, sono ritornato, dopo quasi quarant’anni, tanto, che il posto non è più uguale, dell’albero rimane un consunto scheletro bianco e del ricordo nemmeno più l’emozione.

foto di http://www.panoramio.com/user/1387948

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>