bosco di Rauccio

BOSCO DI RAUCCIO – TORRE CHIANCA

http://www.lecce360.com/panoramiche-dal-bosco-di-rauccio

Il bosco di Rauccio è scampato alle dure leggi della bonifica e della riconversione dei terreni all’agricoltura (che qui si praticava dall’epoca dei romani, come dimostrano alcune tracce di centurazione dei campi) soltanto perché sorge per la gran parte su terreni rocciosi, poco adatti a fini agricoli. Proprio in questa area, solo fino a pochi anni fa regno incontrastato dei cacciatori, sorge il “Parco Regionale Bosco e Paludi di Rauccio”. A gestirlo, insieme con il Comune di Lecce è la sezione leccese del Wwf

il Parco di Rauccio si estende per 625 ettari che includono il bosco a lecceta di circa 18 ettari, una zona umida di circa 90 ettari, due bacini costieri (Idume e Fetida), realizzati insieme con i tre canali (Rauccio, Gelsi e Fetida) per la bonifica dei terreni e la confluenza di acque sorgive.

RAUCCIO

Il sito di Rauccio ricade all’interno del Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Rauccio” come perimetrato nell’ambito del progetto “Bioitaly – Natura 2000″.

La flora del sito si mostra particolarmente ricca per la presenza di diversi habitat e annovera numerosi elementi di grande significato fitogeografico e di elevato interesse della conservazione naturalistica.
Fra le piante ritenute a rischio di estinzione in Italia spiccano la periploca maggiore, l’orchidea palustre, la campanella palustre, la cerere a una resta, la serapide pugliese, l’ofride di Creta, il lino marittimo e la peverina di Mantico.
Il sito è frequentato da una ricca fauna: il riccio, la volpe, la donnola, la faina, il tasso, la biscia, il biacco, la raganella.

Le visite guidate sono consentite tutti i giorni alle scolaresche e le domeniche al pubblico.
Le visite vanno prenotate alla segreteria del WWF Lecce

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>