grotta Artanisi

Grotta Artanisi, lunghezza massima 120 metri.   L’ingresso, scavato artificialmente, si apre presso il muro perimetrale della omonima masseria. Fu esplorata per la prima volta da Salvatore Zecca che trovò reperti del neolitico. Dalla ampia caverna centrale, sulla cui volta si apre una specie di lucernario, si diramano alcuni brevi cunicoli, uno dei quali termina sul muro di una adiacente cisterna. Vi si trovano numerose stalattiti di piccole e piccolissime dimensioni.

Artanisi, pianta approssimativa


shunt 15-1998

artanisi-gocce artanisi-(66) DSCN8609 artanisi-(60) artanisi-(51) artanisi-(40) artanisi-(36) artanisi-(33) artanisi-(30)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>