di Suda

la zona intorno e l’ingresso. lucernario e galleria principaleuno dei cunicoli.

pianta approssimativa, lunghezza circa 20 metri. A destra l’ampio ingresso, a sinistra termina con un muretto di pietre e un lucernario. Si può accedere a due bassi e brevi cunicoli, non sembra che ci siano proseguimenti ma gran parte della grotta sembra riempita di pietre e terra.

“…Si dice per traditione che quando fu  diroccata la Città di Vereto, i Cittadini vi havessero rinchiuso dentro una grotta tutte le donne della Città con le loro ricchezze, e che essendo stati uccisi tutti i Cittadini, vi fussero poi rimaste, esse in conseguenza sepolte con infinito quasi Tesoro, e ciò per traditione”, così il Pirreca.

“Il popolino, ancor oggi, vuole che vi siano state chiuse sette donzelle, tra cui la figlia del re per la custodia del tesoro dell’antica Vereto, minacciata dal nemico invasore”, così don Vincenzo Rosafio, che continua con una descrizione della grotta:

-La sua ubicazione è immediata alle falde della collina, propriamente alla distanza di un chilometro o poco più dal paese. La denominazione è incerta. Alcuni la chiamano grotta “de Suda” altri la chiamano grotta “Suda”.
Nel primo caso sarebbe riferita al nome del proprietario, nel secondo si farebbe riferimento alla eccessiva umidità della roccia.

Nel 1939 alcuni di Patù tentarono di rompere questo alone di mistero che avvolgerebbe la struttura. A quanto asserisce Pirelli Cosimo Fu Francesco, uno della comitiva, camminò all’interno di essa per un buon tratto. Si imbattè in un architrave che dava adito ad uno stanzino rotondo tutto tappezzato di grossi scorpioni.

Lungo il corridoio costatò una polvere bianchissima, probabilmente materiale screpolato dalla roccia tufacea per l’eccessiva umidità, una mascella con dentatura quasi intatta ed un osso, che a suo parere era porzione di braccio umano. La larghezza del corridoio varia da 60 a 80 cm. circa. Il Pirelli, continua don Vincenzo, a proposito ha lasciato una dichiarazione scritta. Apparirebbe una tomba di tipo di quelle Micenee -.

Attualmente l’imboccatura della grotta è completamente ostruita da materiale di risulta, e si trova in un terreno di proprietà privata.

Coordinate = Lat: 39.836494, Lng: 18.330259

tratto da:  http://www.patulive.it/StoriaTerritorio/Suda.php

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>