grotta del Cacciatore


La cavità si apre nella parte più elevata (m80) della Serra di Badisco, nei Calcari Castro.
La grotta ormai senile, doveva servire come risorgenza, drenando le acque meteoriche provenienti da un vicino avvallamento di quota 10 m. più su rispetto l’ingresso della cavità.
Ha andamento prevalentemente orizzontale con una leggera pendenza negativa verso l’interno.
La direzione è da SUD a NORD parallela all’andamento della serra stessa.
La prima perte della grotta segue delle naturali linee di frattura della roccia.
Essa si presentava all’origine ostruita per metà da sedimento terroso, presenta delle lievi manifestazioni calcitiche solo nella prima parte, dopo di che assume l’aspetto di una condotta forzata per il resto della sua lunghezza con evidenti scallops sulle pareti.
Al momento questa condotta risulta lunga 50 m., il lavoro di disostruzione va avanti con estrema difficoltà, a causa della lunghezza e mancanza d’aria respirabile.
Si è risolto a tutto questo con l’immissione di nuova aria tramite un tubo di gomma posizionato fino in fondo al cunicolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>