grotta della Volpe


L’accesso alla cavità è costituito da un cunicolo lungo 5 metri con una leggera pendenza negativa da cui si accede ad una
sala ampia 11m x 6m con altezza media di 3,50m. Sulle pareti sono presenti concrezioni calcitiche di topologia differenti. La
cavità si sviluppa in calcari brecciati del Cretaceo Sup. il pavimento è costituito da un sedimento limoso – sabbioso di colore
rossastro, non sono presenti prosecuzioni di particolare interesse.

18,30521408 40,06417135

L’ingresso si apre nel compatto calcare cretacico di un ripido costone che, a sua volta si affaccia sulla costa Adriatica, tra Punta Palascia e Punta Facì.
L’entrata della grotta, distante dal mare circa 100 m., si sviluppa con un cunicolo iniziale lungo 5 m., con una leggera pendenza negativa verso l’interno della cavità.
Qest’ultima è formata da un unica sala di 9 m. per 6 m., con una altezza media di 3,5 m., è caratterizzata da varie concrezioni calcitiche (stalattiti lunghe e sottili e stalagmiti).
Il pavimento è costituito da uno strato di terra rossa, probabilmente fluitata con l’acqua dall’esterno.
La cavità non manifesta possibili prosecuzioni di particolre rilievo

 

Da Otranto per Leuca, dopo circa 3 km sulla litoranea si lascia la macchina sul lato sinistro e si scende verso il mare da un ripido
costone roccioso. Una volta guù si cerca l’imboccatura tra la macchia e le rocce affioranti. L’ingresso è difficilmente visibile perché
nascosto da pietre volutamente posizionate per preservare la cavità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>