Giustino


Latitudine 40 00 40,63 N
Longitudine 18 25 53,64 E

Si svolta dalla Statale Castro-S. Cesarea Terme per raggiungere la Grotta Zinzulusa fermandosi a circa metà percorso in prossimità al punto in cui la strada è a pochi metri sulla verticale del seno della Zinzulusa. Siamo sui 50 metri circa di altitudine e sul primo punto della rotta si cerca un varco nel muretto sul lato del mare. Si costeggia una pista per pescatori MOLTO PERICOLOSA che costeggia lo strapiombo della falesia a sud della bocca della Zinzulusa tra un muretto a secco ed il vuoto su uno spazio che si riduce in alcuni punti a quasi un metro. Finito il tratto in direzione est si svolta a sud tenendo sempre alla nostra destra il muretto a secco e seguendo la stessa pista fino ad incontrare le tracce di una scaletta che scende alla battigia. Si scende fino a circa 10-12 metri sul livello del mare su una scala sempre più ridotta ed arrangiata fino ad intuire sulla nostra destra i segni di una frana da faglia con presenza di brecce ossifere. Per vedere l’apertura della grotta, molto piccola di circa un metro di diametro è necessario portarsi in avanti su dei piani rocciosi non impervi ma estremamente pericolosi in quanto non protetti dalla caduta in mare. Da questo punto è possibile vedere l’apertura e in molti periodi dell’anno un ruscellamento di acque dolci che scendono fino al mare. Per entrare nella cavità è assolutamente necessaria disporre di attrezzatura e di una guida esperta. La risalità è impegnativa e conviene farla per gradi. (WWW.MICELLO.IT)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>