cripta S.Elia

La cripta di Sant’Elia, è ubicata a circa 40 m Nordovest dalla strada provinciale Patù-San Gregorio, in località denominata “Vergineddhi”, all’interno di un’area industriale, in proprietà privata. La struttura rappresenta un esempio classico di luogo in grotta dedicato al culto, inserita in un tessuto di insediamenti rupestri “civili” non molto lontani presenti nell’area (…)
La cripta denominata di Sant’Elia, si presenta con un ingresso costituito da un varco posto a levante e scavato nel banco roccioso. Mediante pochi gradini si accede nell’ambiente sottostante a forma di quadrilatero irregolare di m 8 x 3.60 circa. L’interno è circondato da un gradino-sedile che corre lungo tutte le pareti. Addossato alla parete nord-orientale si trova un altare ricavato nella roccia. Su tutte le pareti si osservano i resti di decorazioni pittoriche che rappresentano figure di santi. A destra di chi entra, si intravede la figura di un santo che benedice con la mano destra e nella mano sinistra regge un libro con scritte greche. Sulla parete occidentale, in prossimità dell’architrave sono presenti le tracce di una figura velata e circondata di angeli, forse una raffigurazione della Vergine.

tratto da: http://www.patulive.it/storia/Elia.php